News/Eventi

EVENTI DA PORDENONE withlove

345° Sagra dei Sest
345° Sagra dei Sest Manifestazioni Polcenigo domenica 2 settembre Ogni anno sono migliaia le persone che si danno appuntamento nella piazza di Polcenigo per ammirare e comperare i prodotti tipici dell'artigianato locale, dal vimini al giunco, al legno, alla ceramica, al cuoio... e, in un cortile poco distante, per rivivere i vecchi "mestieri di una volta". La sagra coinvolge tutto il centro storico di Polcenigo e, per l'occasione, vengono aperti i giardini ed i cortili di palazzi storici, ad ospitare concerti e laboratori di artigianato tradizionale. La manifestazione, infatti, comprende una serie di iniziative di carattere culturale e ricreativo: spettacoli teatrali, mostre, concerti di vario genere, oltre naturalmente alle numerose bancarelle dell'artigianato tipico locale e dei prodotti agroalimentari tradizionali. Sono presenti cestai ed altri artigiani che fanno mostra del proprio lavoro e costruiscono sul posto i manufatti tipici della loro arte. Una via caratteristica ospita la Mostra mercato del "Formai de Malga", per promuovere la conoscenza di questo prodotto tipico che merita di essere valorizzato. Oltre al formaggio, si trovano altri prodotti tipici della pedemontana pordenonese (salumi, pitina, miele, olio, vino), con bancarelle, informazioni e, naturalmente, assaggi. Per godere appieno della Sagra, vengono proposti diversi "percorsi" che guidano i visitatori alla scoperta dei vari elementi della manifestazione: - la piazza: cesti e artigianato in vimini e giunco; - musica in villa: proposte musicali di vario genere (concerti di musica classica, lirica, jazz...) ospitati in ville e palazzi rilevanti del centro storico; - il cortivon: spettacoli di teatro e musica popolare; - la via del formai di malga e dei prodotti agroalimentari tipici della pedemontana pordenonese; - lo spazio dei mestieri e delle tradizioni popolari; - la via dell'artigianato artistico; - l'antico mulino: esposizioni, laboratori e visite guidate; - un cesto di giochi: animazioni per bambini. Associazione Pro Loco Polcenigo Piazza Plebiscito, 3 33070 Polcenigo (PN) info@prolocopolcenigo.com http://www.prolocopolcenigo.com

Pordenonair, l'arte si fa strada
Pordenonair, l'arte si fa strada Manifestazioni Pordenone dal 11/05/2018 al 20/10/2018 Seconda edizione. Pordenonair torna per dare spazio all’arte di strada nelle vie del centro città. Gli artisti si alterneranno nelle vie e piazze del centro (piazzetta cavour, piazza xx settembre, corso vittorio emanuele) dalle 17/17.30 alle 20 circa. Nella nuova edizione si cambia veste: da “la musica” a “l’arte si fa strada” Seconda edizione in partenza. Pordenonair torna da venerdì 11 maggio per dare spazio all’arte di strada . L’obiettivo è sempre quello di creare uno “sfondo” alle serate più calde del centro di Pordenone, promuovendone gli eventi e i luoghi di interesse . Lo spettatore di Pordenonanir diventa così un visitatore della città. L’offerta della rassegna è adatta ad ogni tipo di pubblico: famiglie che amano stare all’aria aperta, coppie a passeggio, gruppi di amici durante l’aperitivo, anziani curiosi, … e tutti i cittadini di Pordenone e dintorni che potranno godere di queste piacevoli situazioni durante le commissioni quotidiane o la fine della giornata lavorativa in centro. Il format è molto semplice: nei mesi di maggio, giugno, settembre ed ottobre ci saranno esibizioni ogni venerdì e sabato; nel mese di luglio, con i negozi aperti di sera, le esibizioni saranno ogni giovedì e venerdì. Gli artisti, quattro ogni serata , inizieranno l’esibizione verso le cinque di pomeriggio fino all’imbrunire. Da quest’anno si amplierà il ventaglio creativo. Dalla musica a tutte le arti di strada : danza, giocoleria, circo, cabaret e... chi più ne ha, più ne metta. L’animazione sarà sempre all’insegna della qualità, frutto della selezione e della ricerca del team Pordenonair, che prende a modello i migliori festival di strada italiani ed europei. Nel 2017 si sono esibiti più di 80 buskers in 30 serate, da maggio ad ottobre, “popolando” diversi spazi del centro di Pordenone: le vie, le piazze, gli angoli più belli e caratteristici. Questo 2018, più ricco e variegato, saprà ottenere, serata dopo serata, sempre più consensi e coinvolgimento da parte del pubblico e delle attività commerciali del centro. - Tutte le info sugli artisti sono disponibili sulla pagina FB di Pordenonair: www.facebook.com/pordenonair

PORDENONE WAY: IL NUOVO MAGAZINE DIGITALE DEL TURISMO DI PORDENONE
PORDENONE WAY: IL NUOVO MAGAZINE DIGITALE DEL TURISMO DI PORDENONE Manifestazioni Pordenone Raccontare le ricchezze di Pordenone e del Friuli occidentale per attirare visitatori e turisti avvalendosi dei nuovi linguaggi di internet: sono le finalità del nuovo prodotto di promozione turistica realizzato da Camera di Commercio di Pordenone e Comune di Pordenone nell’ambito del progetto PISUS «Pordenone In_Rete». Si tratta di una rivista App digitale per smartphone e tablet, che sfrutta, oltre ai tradizionali testi e foto della carta stampata, diversi contenuti multimediali –audio, video, hiperlink, ecc. – per raccontare storie e curiosità di eccellenze di fama internazionale di questa parte della regione. Uno strumento che strizza l’occhio ai nuovi media di informazione turistica che viaggiano sui siti internet, sui blog e sui social network (facebook, instagram, ecc.) influenzando milioni di persone. Un territorio raccontato dalla viva voce delle persone che vi abitano e lavorano contribuendo alla creazione culturale, manifatturiera ed enogastronomica del pordenonese veicolandola per il mondo o animando con prodotti ed eventi internazionali la Destra Tagliamento. «Pordenone way» nel suo nome vuole tracciare quindi un vero e proprio percorso di visita partendo dalla città con le sue architetture e i suoi eventi culturali internazionali, per proseguire nel circuito dei sei “Borghi più Belli d’Italia”, alla visita delle eccellenze artigiane dei mosaicisti e dei coltellinai, ad ammirare i due siti UNESCO delle Dolomiti friulane e del Palù di Livenza per finire con un viaggio del palato nei prodotti tipici. Il primo numero di Pordenone Way è scaricabile gratuitamente attraverso il sito internet di promozione turistica www.pordenonewithlove.it oltre che essere disponibile negli app store e googleplay . Il Secondo numero di Pordenone Way è scaricabile sempre gratuitamente attraverso il sito internet di promozione turistica www.pordenonewithlove.it oltre che essere disponibile negli app store e googleplay

DI SETA, D'ORO, D'ARGENTO: OMAGGIO AL CARDINALE CELSO COSTANTINI
DI SETA, D'ORO, D'ARGENTO: OMAGGIO AL CARDINALE CELSO COSTANTINI Mostre Pordenone dal 18 ottobre 2017 al 31 agosto 2018 Raccolta fotografica dedicata al cardinale Celso Costantini che portò il cattolicesimo in Cina e salvò tanti bimbi durante la Prima Guerra Mondiale Orari di apertura: martedì-mercoledì-giovedì 09.00-13.00 venerdì 16.00-18.30 sabato 09.00-13.00 Museo Diocesano Arte Sacra 0434 221275 museo@diocesiconcordiapordenone.it

Friuli/Friûl 1955
Friuli/Friûl 1955 Mostre Barcis Dal 28 luglio al 2 settembre 2018 A partire dal 28 luglio l'estate di Barcis è arricchita da una straordinaria mostra fotografica, intitolata “FRIULI/FRIÛL 1955”, che ripropone immagini degli anni Cinquanta realizzate dal Gruppo Friulano per una Nuova Fotografia. I turisti avranno così l'imperdibile occasione di vedere o rivedere i nostri antenati, vestiti di una dignitosa povertà, ritratti dal vero, come in un reportage. Anche in Friuli, dopo il 1945, soffiò il vento del rinnovamento. I pittori furono i primi a intingere i loro pennelli nei tragici colori delle deportazioni, delle fucilazioni, dei paesi incendiati, dei bombardamenti nel biennio della Resistenza, per concentrarsi poi sulla vita dei contadini. Ma sul principio degli anni Cinquanta alcuni giovani di Spilimbergo avviarono il processo di rinnovamento in fotografia, ed è grazie a loro che oggi possiamo vedere i nostri contadini, giunti ormai alla loro ultima stagione, in immagini-verità, ben diverse da quelle “in posa” prodotte dai fotografi della precedente generazione. Quei giovani dapprima animarono le mostre nazionali di quelle lontane estati organizzate dalla Pro Loco di Spilimbergo, e poi si misero a elaborare una loro poetica iconografica, trovando immediati consensi sulle pagine di importanti riviste italiane e straniere. Infine, il 1° dicembre 1955, diffusero il Manifesto del Gruppo Friulano per una Nuova Fotografia, firmato da Aldo Beltrame, Carlo Bevilacqua, Gianni Borghesan, Giuliano Borghesan, Toni Del Tin, Fulvio Roiter, Italo Zannier. Questo il testo: “Solamente col rinnovamento generale del dopoguerra il Friuli si è inserito nella cultura italiana con una sua voce viva e sincera, che trova la sua ragione di sviluppo nel mondo del lavoro, nella costante aspirazione di questo popolo sobrio e operoso ad una maniera di vivere migliore. Affiancandosi al risveglio dell’arte e della cultura in Friuli, il “Gruppo friulano per una nuova fotografia”, ispirandosi alle naturali esigenze della storia degli uomini, vuole agire attraverso una fotografia che sia documentazione poetica dell’umanità che gli vive attorno. La fotografia, “nuovo” mezzo d’espressione tipicamente moderno, ha quasi sempre agito in una sua autonomia dalla cultura, derivata dal dilettantismo di gran parte di coloro che la esercitano, e quindi dal logico disinteresse della critica in generale e dalla mancanza di quella specifica. Il “Gruppo friulano”, per le nuove esigenze di sviluppo dell’arte fotografica, intende inserirsi organicamente nel movimento della cultura per una intima, reciproca, necessaria collocazione”. In mostra vedremo le sette immagini che accompagnarono il Manifesto, e altre memorabili sequenze, che appartengono ormai alla storia della fotografia italiana. La mostra, curata dal professor Gianfranco Ellero che firma l’allestimento e il catalogo, è organizzata dall’Associazione “Pro Barcis” e dal Comune di Barcis in collaborazione con il CRAF nella sede della Scuola d’Ambiente di Barcis. Rimarrà aperta fino al 2 settembre tutti i giorni dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 15,00 alle 18,00 con ingresso libero. Pro Barcis - IAT di Barcis Piazza Vittorio Emanuele II, 5 33080 Barcis 0427 76 300 http://www.barcis.fvg.it

 

CALENDARIO DELLE MANIFESTAZIONI – VIVARO

5 gennaio Falò o Pancuin: in ognuno dei 3 paesi tradizionale fuoco in onore della Befana. Sarà accompagnato da canti religiosi e pronostici di tradizione contadina, per l'anno nuovo.

6 gennaio Passaggio dei Re Magi nelle contrade dei paesi del Comune. Saranno accompagnati da Musici i quali eseguiranno melodie natalizie. Queste figure tipiche del periodo natalizio racconteranno ai più piccoli la storia del loro viaggio e porteranno loro in dono caramelle e panettone. A Vivaro, i Re Magi porteranno, durante la funzione per la “Benedizione dei bambini”, i doni ai bambini che avranno partecipato al concorso Presepi, in seguito giochi per bambini.

6 febbraio Il carro di Carnevale - sfilata nel comune organizzato dall’Oratorio

20 febbraio Il mondo in una sala ore 20.45 sala parrocchiale a Basaldella. Serata dedicate alla proiezione di dvd realizzati da persone che hanno storie di mondo da raccontare: La Terra Santa con Michela Cesaratto, Ilaria Pizzuto e Ilenia Tommasini

21 febbraio Il carro di Carnevale a Cordenons ore 14.00 organizzato dall’Oratorio

27 febbraio Il mondo in una sala ore 20.45 sala parrocchiale a Basaldella. Serata dedicate alla proiezione di dvd realizzati da persone che hanno storie di mondo da raccontare: Itinerari Istriani con Claudio Bearzatto

Leggi tutto...

Utilizziamo i cookies per migliorare l'esperienza dell'utente e la qualità del sito. Per maggiori informazioni sui cookies vai alla sezione cookie